NEW YORK – Ipnosi in pillole riscuote interesse anche dall’altra parte dell’Oceano. Grazie al Direttore Stefano Vaccara, La Voce di New York, quotidiano internazionale con sede presso il “Palazzo di Vetro” delle Nazioni Unite (ONU), ha intervistato Marco Mozzoni sui temi del suo nuovo libro.

Nell’intervista, pubblicata sia in lingua italiana sia in americano, l’Autore racconta a Francesco Margoni “la verità sull’ipnosi clinica e i suoi effetti”, come si legge nel titolo, scardinando i pregiudizi che ancora restano nei confronti di una pratica che si sta rivelando utile in numerosi ambiti, non solo medici e psicologici, ma anche sportivi e lavorativi.

“Confesso – scrive Margoni, che ha curato l’intervista – di avere trovato invidiabile la chiarezza espositiva e la capacità di sintesi con cui l’Autore è riuscito ad affrontare un tema tanto complesso in un volume di così agevole fruizione. L’esercizio di queste qualità è tanto più apprezzabile quanto più il tema è oggetto delle più strane credenze e vittima di ciclici pregiudizi”.

“Il libro – prosegue Margoni – lo si apprezza dunque anche, e soprattutto, per il rigore scientifico con cui viene sviluppato, elemento prezioso per chi chiede da tempo agli esperti un quadro preciso e aggiornato su un fenomeno su cui è stato scritto davvero di tutto”.

Qui l’intervista in italiano:

La verità sull’ipnosi clinica e suoi suoi effetti: intervista a Marco Mozzoni

Qui l’intervista in americano: 

The Truth About Hypnosis and Its Effects: an Interview with Marco Mozzoni

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail

Lascia un commento