È così di moda, da meritarsi una passerella tutta sua alla Haute Couture Week di Parigi.

Tra le notizie estive, non può non colpire quella che riguarda la nuova collezione di Iris van Herpen, marchio del lusso noto per la sua ricercata creatività.

Questa volta è proprio l’ipnosi ad avere ammaliato la stilista trentacinquenne di Amsterdam. “Hypnosis” infatti è il titolo della sua proposta, ispirata alle “sculture cinetiche” dell’artista americano Anthony Howe.

“Composta da 19 capi a look multistrato, Hypnosis vuole rispecchiare la bellezza e la complessità della natura ricalcando le sue delicate strutture e i suoi pattern”, ha spiegato la van Herpen alla rivista DeZeen.

Un mix tra artigianato e ingegneria, la collezione mette insieme sapientemente materiali come organza, duchesse-satin, alluminio e… acciaio inossidabile, per un “effetto illusorio a superficie luminosa”.

“La collezione – aggiunge la stilista – è una visualizzazione ipnotica dell’affresco della natura, dei cicli simbiotici della biosfera, che interconnette aria, terra, oceani… riflettendo i ritmi della vita.”

Una curiosità: non soltanto le top model hanno sfilato tra le opere di Howe. Tra i vip che si sono messi in mostra, si è vista anche una intramontabile Celine Dion, che si è prestata a una posa cinematica.

La van Herpen non è nuova alla sperimentazione percettiva. Una sua precedente collezione proponeva “disegni ipnotici basati su figure emergenti da illusioni ottiche che distorcevano i corpi delle modelle”.

Come nasce Hypnosis? Ecco il dietro le quinte…

Facebooktwitterredditpinterestlinkedintumblrmail